Soluzioni con pompe e depressori Vuototecnica


La nuova linea di pompe per vuoto a bagno d’olio RVP

depliant Vuototecnica Pompe 2015

Vuototecnica è orgogliosa di presentare la nuova linea di pompe per il vuoto a bagno d’olio, serie RVP. Si tratta di un prodotto innovativo, tecnicamente completo nella sua dotazione standard, realizzato con materiali di ultima generazione e di grande qualità. Ha un rendimento molto elevato, e al tempo stesso è competitivo in termini di rapporto qualità/prezzo. È di robusta e compatta costruzione, adatto a un uso continuativo e molto gravoso.

La pompa monostadio RVP, a palette rotative, con lubrificazione automatica a ricircolo, ha un'alta velocità di pompaggio nel campo di pressione assoluta compresa tra 850 e 0,5 mbar. È azionata da motore elettrico, accoppiato tramite un giunto di trasmissione elastico (ad esclusione del mod. RVP 15), conforme alle ultime normative europee.

pompa RVP160 - RVP200

Un grande passo in avanti è stato fatto in direzione di una più che ridotta rumorosità e una bassa temperatura di esercizio. Una ventola centrifuga garantisce infatti un adeguato flusso d’aria per il raffreddamento. Un serbatoio capiente di recupero dell'olio, dotato di cartucce disoleatrici in microfibra, abbatte i fumi. Una valvola a galleggiante recupera l’olio trattenuto da queste cartucce.

L'olio contenuto nel sistema, svolge le funzioni di lubrificazione, di raffreddamento e di tenuta tra le parti rotanti delle pompe e quelle fisse. Sull’aspirazione, la valvola di ritegno è parte integrante delle pompe ed è di serie, mentre, su richiesta, può essere fornito un filtro idoneo a trattenere eventuali impurità aspirate. Tutte le pompe, tranne i modelli RVP 15 e RVP 21, sono dotate di serie di una valvola zavorratrice gas, con un'elevata compatibilità al vapore acqueo.

top
Ospedali e laboratori: quando il vuoto non deve mancare!

Ci sono dei casi in cui è necessario garantire il vuoto 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Ad esempio, negli ospedali o nei laboratori di ricerca, dove la centralizzazione del vuoto deve essere continua ed efficiente.

Ospedali e laboratori

Vuototecnica ha progettato per queste situazioni i depressori di sicurezza verticali DSV pensati per il funzionamento normale di una pompa con la possibilità di inserirne una seconda quando sono previsti consumi maggiori oppure nel caso in cui il valore minimo prefissato di vuoto scenda inavvertitamente. Quando questo succede, entra in funzione un sistema di allarme luminoso e sonoro, sul quadro elettrico, e anche a distanza.

Depressori di sicurezza verticali

Nel quadro elettrico di comando ci sono anche: un invertitore orario automatico in modo da essere sicuri che le pompe lavorino alternativamente, usurandosi allo stesso modo; dei commutatori per la scelta del funzionamento delle pompe (manuale o automatico); un contatore per il conteggio delle ore di funzionamento di ogni pompa. Per ulteriore sicurezza, il quadro elettrico è racchiuso in un’apposita cassetta metallica. Ogni depressore è inoltre costituito da:
  • – un serbatoio verticale in lamiera d’acciaio saldato, a perfetta tenuta, con vuotometro per leggerne il grado di vuoto in ogni momento
  • – due pompe a palette rotative con valvole manuali per escluderle quando necessario
  • – tre vacuostati per stabilire il livello minimo di sicurezza al di sotto del quale far attivare l’allarme e per regolare il range di vuoto entro il quale ogni pompa deve lavorare
  • – una valvola per l’intercettazione del vuoto
  • – un rubinetto per lo scarico della condensa

  • top
Un’alternativa più vantaggiosa alle pompe per vuoto elettriche a palette rotative nel settore del legno

Innovare è importante in ogni settore industriale. E in quest’ottica Vuototecnica ha pensato a una nuova soluzione per l’industria del legno, un’alternativa alle comuni pompe per vuoto a palette rotative a secco.

PA 140

Si tratta delle pompe per vuoto pneumatiche aspiranti della serie PA che permettono una resa superiore e diversi vantaggi in più agli utilizzatori.

Queste pompe sono semplici da utilizzare, più piccole e compatte e permettono di ottenere lo stesso grado di vuoto di una classica pompa a secco. Le pompe PA sono realizzate in materiali hi-tech, sono più leggere e possono essere installate direttamente a bordo macchina.

Non sono rumorose come le pompe a palette rotative! Questo perché non hanno organi in movimento, grazie al loro principio di funzionamento statico Venturi, che sfrutta l’energia cinetica dell’aria compressa tramite eiettori multipli in linea. Quindi: durano di più, non producono fastidiose vibrazioni, non sviluppano calore.

In più vengono eliminati del tutto i principali difetti delle pompe per vuoto: come i problemi di surriscaldamento e usura. Non ci sono più fermi macchina per la manutenzione. Le pompe PA sono dotate, di serie, di un gruppo filtro-riduttore di pressione per l’aria di alimentazione e di un filtro d’aspirazione con cartuccia in carta microporosa da 5/7 micron, per il trattenimento anche della polvere di legno più sottile.

Pertanto la manutenzione per il cliente finale è pari alla sola pulizia periodica dei filtri. Lo spunto iniziale di vuoto è anche maggiore con la pompa PA140 di Vuototecnica e permette un bloccaggio istantaneo di pezzi quali le scocche, che hanno curvature non uniformi della superficie. Una volta compresi i vantaggi tecnici e di prestazione delle nuove pompe Vuototecnica, passiamo ai vantaggi economici.

macchina cnc

La nuova pompa PA costa come una manutenzione completa di una delle vecchie pompe con cambio delle palette e senza fermi macchina si guadagna anche in termini di tempo ed effettiva produzione. E a proposito di risparmio, le pompe PA hanno un rapporto eccezionale tra l'aria consumata e quella di aspirazione, a tutto vantaggio dei consumi operativi.

Alimentate da aria compressa con una pressione compresa tra 1 e 6 bar, possono produrre una depressione massima del 90 % e hanno una capacità di aspirazione tra 3 e 320 mc/h, misurata alla pressione atmosferica standard di 1013 mbar. A seconda della pressione dell'aria di alimentazione, si ha la possibilità di regolare il grado di vuoto e il flusso .

top
Piccolo è efficiente: minipompe a membrana Vuototecnica

Peso e dimensioni ridotti sono diventati fondamentali in un mondo che si miniaturizza sempre di più e che desidera coniugare l’efficienza e la qualità con la flessibilità e la semplicità di trasporto.

Vuototecnica è riuscita a incarnare questo binomio vincente nelle minipompe per vuoto a membrana della serie H35M e H40DM, piccoli dispositivi a singola o doppia testa pompante che possono essere utilizzati sia come pompe per vuoto sia come mini compressori; con le seguenti caratteristiche:

• Massimo flusso di portata: 21,5 L/1’
• Massima pressione di esercizio: 2 bar(g)
• Massimo valore di vuoto: -940mbar (minipompa H40DM, con connessione in serie)
minipompe a membrana
Le minipompe Vuototecnica sono costituite da un motorino elettrico monofase raffreddato ad aria, in corrente continua o alternata; un corpo centrale resistente alla corrosione in materiale termoplastico; raccordi portagomma sulle connessioni d’aspirazione e di mandata; una membrana in Viton resistente all’usura e alla corrosione; un supporto d’alluminio per il fissaggio e una biella con cuscinetto “long life”.

La loro particolare conformazione e le dimensioni ridotte fanno sì che possano essere facilmente installate in qualsiasi posizione, anche su apparecchi portatili. Non hanno bisogno di lubrificazione perciò non necessitano di manutenzione alcuna. Cosa importantissima, sono molto silenziose, al di sotto dei 50db(A), e producono vibrazioni contenute.

top
Come scegliere la pompa del vuoto più adatta

scelta pompa per vuoto

Scegliere la pompa o il generatore di vuoto più adeguato non è semplice. Il calcolo della portata richiede un’analisi attenta sia dell’aria contenuta nei vari componenti, nelle ventose, nei collettori, nelle tubazioni, nella valvola d’intercettazione del vuoto e nel generatore di vuoto stesso, sia un’accurata valutazione del prodotto da movimentare, della forma e del materiale della superficie di presa.

Il tutto, inoltre, senza sottovalutare, il calcolo dei tempi di presa richiesti dalle singole situazioni.
Vuototecnica, con un Know-How unico nelle tecnologie del vuoto, ha voluto aiutare i propri clienti mettendo a disposizione un prontuario dove, per ogni tipologia di ventosa viene indicata la portata corrispondente, a seconda anche della natura del materiale da movimentare, che sia impermeabile, come lamiera e vetro, o più porosa, come nel caso di legno o cartone.

Vuototecnica ha messo appunto un indicatore che facilita e rende più veloci le decisioni durante il processo di lavoro e, soprattutto, offre nella scelta della pompa o del generatore di vuoto una maggiore sicurezza garantita dall’esperienza di Vuototecnica.
Per scegliere la pompa del vuoto in modo più rapido e sicuro, rivolgiti agli esperti. Vuototecnica ti da anche la possibilità di collaudare le soluzioni più opportune con la supervisione dei propri tecnici. Contattaci!

top