consulentefidato.it

Vuototecnica Newsletter
Follow us on Twitter
let's meet on facebook
Keep in touch on Linkedin
Vacuumdaily.com
Vacuumdaily.net
YouTube Vuototecnica Channel

Riduttori di vuoto

Riduttori di vuoto

Questi apparecchi hanno la funzione di regolare il grado di vuoto e di mantenerlo costante al valore pre-impostato (depressione secondaria), indipendentemente dalla portata e dalle oscillazioni del grado di vuoto della rete (depressione primaria).
Il loro funzionamento è a membrana-pistone e sfruttano il differenziale di pressione esistente tra la depressione secondaria e la pressione atmosferica.
A differenza delle valvole regolatrici di vuoto, i riduttori non immettono aria nel circuito, permettendo in tal modo di creare più punti di presa a diversi valori di vuoto, da un’unica fonte di depressione.
La regolazione del grado di vuoto si ottiene ruotando l’apposita vite zigrinata in senso orario per aumentarlo ed in senso antiorario per diminuirlo.
Caratteristiche tecniche
- Funzionamento: riduttore a membrana-pistone.
- Pressione d’esercizio regolabile: da 800 a 1 mbar ass.
- Portate: da 2 a 160 mc/h. - Temperatura ambiente: da -10 a +80 °C.
- Posizione d’installazione: qualsiasi.
Impiego
L’impiego per eccellenza dei riduttori di vuoto è sugli impianti centralizzati dove, indipendentemente dal grado di vuoto della centrale, ogni presa può essere regolata entro quel valore.
È altresì necessario ogni qualvolta la depressione di lavoro debba essere inferiore alla depressione primaria.
Codici prodotto: 110110 110210 110310 110410 110510 110610

3.19 
top next
Riduttori di vuoto con regolazione pneumatica

Riduttori di vuoto con regolazione pneumatica

I riduttori di vuoto con regolazione pneumatica si differenziano, da quelli descritti in precedenza, per il modo di regolare il grado di vuoto; su questi, infatti, anziché agire manualmente su una vite di regolazione, occorre agire sulla pressione dell’aria compressa di alimentazione del cilindro pneumatico: maggiore è la pressione, maggiore è il grado di vuoto che si ottiene e viceversa.
La funzione dei riduttori di vuoto è quella di regolare il grado di vuoto e di mantenerlo costante al valore pre-impostato (depressione secondaria), indipendentemente dalla portata e dalle oscillazioni del grado di vuoto della pompa o del depressore (depressione primaria).
Questi apparecchi, a differenza delle valvole regolatrici di vuoto, non immettono aria atmosferica nel circuito; ciò consente di creare da un’unica fonte di depressione, più punti di presa a diversi gradi di vuoto.
Il loro principio di funzionamento è basato sull’azione di contrasto tra un cilindro pneumatico a corsa breve e un pistone fluttuante sospinto dal differenziale di pressione esistente tra la depressione secondaria e la pressione atmosferica.
Caratteristiche tecniche
- Funzionamento: riduttore a membrana-pistone.
- Pressione relativa d’alimentazione:
da 0 a 3 bar per i riduttori art. 11 .. 30;
da 0 a 5 bar per i riduttori art. 11 .. 80.
- Pressione d’esercizio regolabile:
da 800 a 1 mbar ass. per i riduttori art. 11 .. 30;
da 980 a 1 mbar ass. per i riduttori art. 11 .. 80:
- Portate: da 2 a 160 mc/h.
- Temperatura ambiente: da -10 a +80 °C.
- Posizione d’installazione: qualsiasi.
Impiego
I riduttori di vuoto sono generalmente impiegati sugli impianti centralizzati dove, indipendentemente dal grado di vuoto della centrale, ogni presa può essere regolata entro quel valore.
Sono altresì necessari ogni qualvolta la depressione di lavoro debba essere inferiore alla depressione primaria e mantenuta costante.
I riduttori di vuoto con regolazione pneumatica, si possono installare anche distanti dal punto di controllo, poiché è sufficiente avere un regolatore di pressione sul quadro comandi, per agire su di essi.
Codici prodotto: 110130 110230 110330 110430 110530 110630 110380 110580 110680

3.21 
top next
Depressori per aspirazione liquidi

Depressori per aspirazione liquidi

La funzione di questi depressori è quella di aspirare liquidi e di accumularli all’interno del proprio serbatoio.
Il dislivello massimo superabile per l’acqua è di circa 9 metri.
Sono costituiti da:
- Un capiente serbatoio in lamiera d’acciaio saldata.
- Un generatore di vuoto multistadio funzionante ad aria compressa.
- Un vacuostato per la regolazione del grado di vuoto entro il quale operare.
- Un vuotometro per la lettura diretta del grado di vuoto nel serbatoio.
- Una spia visiva di livello liquido.
- Due interruttori magnetici di livello liquido, minimo e massimo.
- Un’elettrovalvola a tre vie per il ripristino della pressione atmosferica nel serbatoio, con conseguente scarico automatico del liquido accumulato.
- Due riduttori di vuoto per la regolazione del grado di vuoto all’utilizzo.
- Tre valvole manuali per l’intercettazione del vuoto.
- Una apparecchiatura elettrica di comando, racchiusa in apposita cassetta metallica protetta, per la scelta del funzionamento manuale o automatico.
I depressori per aspirazione liquidi sono normalmente impiegati per l’aspirazione dell’acqua contenuta nei filtri delle lavatrici o delle lavastoviglie, che non è possibile scaricare automaticamente dopo il collaudo delle stesse.
Sono inoltre consigliati in tutti quei casi in cui è necessario travasare liquidi, liquidi molto densi, sostanze cremose o melmose.
A richiesta, possono anche essere forniti in versioni diverse.
Codici prodotto: DVL150 DVL300 DVL500 DVL1000

11.08 
top next