consulentefidato.it

Vuototecnica Newsletter
Follow us on Twitter
let's meet on facebook
Keep in touch on Linkedin
Vacuumdaily.com
Vacuumdaily.net
YouTube Vuototecnica Channel

Soluzioni con Graphic division di Vuototecnica

Graphic division: Vuototecnica per l’efficienza del settore della stampa e della grafica


La Graphic Division di Vuototecnica è interamente volta a soddisfare le esigenze del settore della stampa e della grafica. Più che offrire ai propri clienti prodotti, come sempre Vuototecnica supporta i propri clienti dalla fase di engineering al servizio. Un esempio è la divisione grafica di Vuototecnica, interamente volta a soddisfare le esigenze del settore della stampa e della grafica.

Questi settori richiedono, oltre a ottime prestazioni, velocità, affidabilità degli strumenti per evitare dispendiosi fermi, durata dei componenti ed economicità. In poche parole, il massimo. La linea Graphic Division nasce proprio per venire incontro a queste richieste e consta di pompe aspiranti e di pompe soffianti dalle diverse dimensioni e capacità, di pompe aspiranti e soffianti abbinate, di ventose di ogni forma e materiale, filtri, ricambi e supporti per ogni tipo di applicazione. All’interno di questa linea di prodotti ne ricordiamo tre:
Sistema soffiante aspirante AS
Il sistema aspirante e soffiante AS pensato per la gestione della carta durante il processo di stampa. Si tratta di un mobiletto compatto e semplice da utilizzare che contiene al suo interno le pompe aspiranti e soffianti abbinate tra loro, le valvole di regolazione e intercettazione dell’aria compressa e tutti i comandi.
Sui fianchi di questo armadietto di metallo sono collocate le connessioni di soffiaggio e di aspirazione per il collegamento all’utilizzo e i filtri a cartuccia microporosa, in grado di trattenere anche le polveri più sottili solitamente presenti negli ambienti di stampa.
Sul pannello di comando, sono presenti: l’interruttore pneumatico generale, per l’intercettazione dell’aria compressa di alimentazione, insieme a un manometro per la lettura diretta della pressione di linea; gli interruttori pneumatici, per l’intercettazione dell’aria compressa d’alimentazione di ogni pompa; i riduttori di pressione con i manometri relativi, per regolare l’aria compressa di ogni pompa; i vuotometri e i manometri di precisione, per leggere direttamente i valori di vuoto e pressione all’utilizzo; i vuotometri che permettono di controllare il grado di intasamento dei filtri delle pompe soffianti.
Le pompe possono essere controllate individualmente e ciò permette un’elevata qualità e un forte incremento della produttività. Le pompe pneumatiche sono basate sul principio Venturi, ciò impedisce il fermo macchina. In funzione della pressione dell’aria di alimentazione, è possibile regolare il grado di vuoto (o di pressione) e la portata delle pompe.

I tre vantaggi visibili di questo sistema sono: un elevato risparmio energetico dell’aria compressa, una manutenzione ridotta alla sola pulizia periodica dei filtri, un ambiente di lavoro più sano (senza emissioni di olii o condense) e meno rumoroso, nessuna impurità tra i fogli di carta da separare.
I cilindri a vuoto sono particolarmente adatti per la separazione dei fogli di carta o plastica in abbinamento a ventose. Funzionano a depressione su cicli brevi e veloci. Hanno uno stelo forato sul quale è possibile assemblare la ventosa e sono realizzati in alluminio anodizzato per una maggiore durata nel tempo. Il funzionamento è semplice: creiamo il vuoto nella camera anteriore del cilindro, così lo stelo, solidale al pistone, fuoriesce, e vince la forza di contrasto della molla.Il pistone viene spinto dall’aria a pressione atmosferica che entra nella camera posteriore del cilindro, attraverso lo stelo forato.

Maggiore sarà il differenziale di pressione tra la camera anteriore del cilindro in vuoto e la camera posteriore a pressione atmosferica, maggiore sarà la forza di spinta del pistone. Lo stelo rientra quando si impedisce l’ingresso dell’aria atmosferica attraverso il foro dello stelo e con il vuoto inserito si elimina il differenziale di pressione nel cilindro perché in questo modo le forze della molla di contrasto prevaranno e lo stelo tornerà nella sua posizione iniziale.
cilindri a vuoto
Ventose piane Anche nel caso in cui si escluda il vuoto, si ripristini la pressione atmosferica in entrambe le camere del cilindro, il differenziale di pressione si azzera e lo stelo ritorna alla sua posizione iniziale.

Questi cilindri sono moto veloci, in grado di compensare l’altezza automaticamente. Lo stelo è antirotativo ed è molto semplice fissarli.

Le ventose a disco garantiscono una presa rapida e sicura e vengono prodotte a seconda delle esigenze specifiche del cliente, in base al materiale da manipolare (carta, cartone, plastica). Possono essere fustellate da lastre, stampate in gomma nitrilica o antiolio, in para naturale, o antiabrasione, in silicone, Viton, o mescole speciali; sono realizzabili anche in gomme o poliuretani telati e in qualunque materiale venga richiesto dall’utilizzatore finale.
top

Metti e leva fogli a depressione, su stampante digitale di ultima generazione di grandi dimensioni


Nel settore della stampa e della grafica, Vuototecnica ha sviluppato negli anni moltissime soluzioni che hanno reso la vita degli addetti del settore più semplice e le operazioni più efficaci e veloci.
Nel video che segue vedete in azione le ventose a soffietto Vuototecnica nella presa e il rilascio di grandi fogli di stampa all’interno di una stampante digitale basata sulla tecnologia UV-LED.
Le ventose come potete notare non hanno difficoltà a sfogliare, separando i fogli: in virtù della loro conformazione possono infatti ritrarsi, impendendo l’attrito tra i fogli puliti e gli stampati e garantendo la massima stabilità di presa.
generatore di vuoto PVP3
Inoltre non lasciano alcun segno sulla superficie; né impronte né segni. Il foglio rimane intatto e perfetto.
Le ventose sono alimentate da un generatore singolo stadio PVP 3, di dimensioni molto contenute in rapporto alle sue prestazioni e realizzato in materiali durevoli nel tempo.

Il generatore è di facile manutenzione e funziona sfruttando il principio Venturi, alimentandosi con la sola aria compressa. La presa e il rilascio delle ventose è automatico e senza pensieri per l’operatore.

Per conoscere l’intera gamma di soluzioni per la grafica e la stampa di Vuototecnica, scaricate il dépliant dedicato!
top

Pompe aspiranti e soffianti PA/PS in azione su una macchina piegafogli


Nel filmato potete vedere in azione una pompa combinata aspirante e soffiante PA/PS Vuototecnica, montata su una macchina piegafogli. Come potete vedere, va a sostituire egregiamente la girante a canali laterali montata di serie dal costruttore della macchina, senza problemi di sorta. Di fronte a questa nuova tecnologia di pompe pneumatiche per il settore grafico/cartotecnico, anche le pompe elettriche a palette rotative, aspiranti e prementi, non sono più minimamente competitive, per prestazioni e affidabilità e non rappresentano più neanche un’alternativa dal punto di vista economico.
Le pompe PA/PS Vuototecnica, invece, non producono calore né cariche elettrostatiche e presentano tantissimi altri vantaggi:
  1. 1. Permettono di risparmiare fino al 40% di aria compressa con valore aggiunto l’80% in meno di rumorosità (60-65dB).
  2. 2. Consentono un vantaggioso rapporto fra la quantità d’aria consumata e quella aspirata (o soffiata).
  3. 3. È possibile ordinarle in diverse dimensioni e peso; anche molto piccole, per poterle installare direttamente a bordo macchina.
  4. 4. Non bisogna pensare troppo alla manutenzione, basta infatti una periodica pulizia dei filtri.
pompa combinata aspirante e soffiante PA/PS
L’utilizzatore che ha montato le pompe nel video è un cliente felice, anche e soprattutto per l’assenza di rumore e calore, e sta alimentando le pompe con soli 2 bar di pressione. È possibile, infatti, regolare il grado di vuoto (o di pressione) e la portata in funzione della pressione dell’aria di alimentazione e ,volendo, gestire le pompe con valvole proporzionali per aria compressa, limitando il consumo al minimo, in base alle caratteristiche della carta.
top

I cilindri a vuoto di Vuototecnica in azione su un alimentatore di fogli di carta


In questo video vedete all’opera i cilindri a vuoto 25 05 10 di Vuototecnica montati su un alimentatore di fogli di carta.
Notate come le ventose separano i fogli in maniera continuativa e veloce, in progressione, senza creare deformazioni o rotture sulla superficie cartacea.

La presa dei fogli è una fase importante del processo di stampa e prevede cicli brevi e veloci con la massima garanzia di precisione. Sono garanzie che Vuototecnica è in grado di sottoscrivere.
I cilindri funzionano a depressione e sono dotati di una camera anteriore in vuoto e di una camera posteriore a pressione atmosferica. Più grande è il differenziale di pressione tra le due camere, maggiore è la spinta del pistone cui è collegato lo stelo, sul quale infine è possibile montare la ventosa.

La ventosa trattiene l’oggetto in presa finché c’è vuoto. Poi lo stelo torna alla posizione iniziale e il ciclo si ripete. Tutto è progettato per l’efficienza: il pistone è antirotativo ed è in grado di compensare in modo automatico le altezze che lo dividono dagli oggetti da prendere.

Anche i materiali non sono lasciati al caso: alluminio anodizzato per i cilindri, con una particolare boccola in tecnopolimero che lubrifica in autonomia e garantisce così una lunga durata dei componenti.
top

Un soffio d’aria pulita per il settore grafico


macchina KBA Soluzioni di qualità appositamente pensate per il settore della grafica e della stampa: stiamo parlando della Graphic Division di Vuototecnica. Una divisione incentrata sullo studio e la progettazione di soluzioni tecnologiche innovative per le tipografie, le legatorie, e le aziende grafiche e cartotecniche.
Mettifogli, frenafogli, piegatrici, brossuratrici e incollatrici: tante sono le macchine che possono giovarsi dell’utilizzo del vuoto e di pompe soffianti o aspiranti.

Le pompe pneumatiche aspiranti e soffianti (PA/PS) fanno parte dei prodotti di punta della Graphic Division e rappresentano la nuova generazione di pompe pneumatiche a eiettori multipli (multistadio). Niente a che vedere con le ormai sorpassate pompe elettriche e a palette rotative, sia a livello di prestazioni, che dal punto di vista dell’affidabilità e dell’economicità del prodotto.
Il sistema modulare Vuototecnica consente di risparmiare fino al 40% di aria compressa, garantendo l’80% in meno di rumorosità e la totale assenza di calore, per un ambiente operativo più sano e vivibile (60-65dB). In più le pompe lavorano in completa autonomia, e non hanno quasi bisogno di manutenzione, se non una periodica pulizia dei filtri.
Grazie ai nuovi eiettori, le pompe PA/PS permettono un vantaggioso rapporto fra la quantità d’aria consumata e quella aspirata (o soffiata), per consumi operativi ridotti in maniera sostanziale.

È possibile, infatti, regolare il grado di vuoto (o di pressione) e la portata, semplicemente in funzione della pressione dell’aria di alimentazione, e gestire le pompe con valvole proporzionali per aria compressa, limitando il consumo al minimo, in funzione della grammatura e della porosità di carta e cartoni presenti in macchina da stampa.
E i vantaggi non finiscono qui: sono disponibili pompe di diverse dimensioni e, visto il peso molto ridotto, possono essere installate direttamente a bordo macchina.

Insufflano, tra i fogli da separare, solo aria fresca, priva d’impurità, condense o vapori d’olio e permettono una riduzione delle cariche elettrostatiche generate dall’aria calda insufflata delle pompe elettriche tradizionali.
Per saperne di più, scaricate la brochure della Graphic Division di Vuototecnica.
pompe pneumatiche aspiranti e soffianti
top

Pompe pneumatiche aspiranti e soffianti, per le aziende grafiche che aspirano al meglio


pompe pneumatiche aspiranti e soffianti Le pompe pneumatiche aspiranti e soffianti (PA/PS) sono uno dei fiori all’occhiello della Graphic Division, una divisione nata dall’esperienza di Vuototecnica, interamente rivolta al settore della grafica e della stampa, una realtà di riferimento dall’engineering al servizio, in grado di proporre soluzioni tecnologiche innovative e vantaggiose sotto tutti i punti di vista: prestazioni, affidabilità, durata ed economicità operativa.

Sono la massima espressione della nuova generazione di pompe pneumatiche a eiettori multipli (multistadio), in grado di aspirare o soffiare in base alle esigenze e rappresentano una vera e propria evoluzione rispetto alle tradizionali pompe elettriche, aspiranti/prementi, a palette rotative.

Grazie agli eiettori di nuova concezione, le pompe PA/PS vantano un eccezionale rapporto fra la quantità d’aria consumata e quella aspirata (o soffiata), a tutto vantaggio dei consumi operativi, ma non solo, la lista di vantaggi di questi prodotti innovativi è ancora lunga:
• Garantiscono la possibilità di regolare il grado di vuoto (o di pressione) e la portata, semplicemente in funzione della pressione dell’aria di alimentazione. Da qui l’opportunità di poter gestire le pompe con valvole proporzionali per aria compressa e limitarne il consumo al minimo indispensabile, in funzione della grammatura e porosità di carta e cartoni presenti in macchina da stampa.
• Sorprendono per silenziosità (60-65dB).
• Totale assenza di calore, a tutto vantaggio dell’ambiente di lavoro.
• Insufflano, tra i fogli da separare, solo aria fresca, priva d’impurità, condense o vapori d’olio.
• Riduzione delle cariche elettrostatiche generate dall’aria calda insufflata delle pompe elettriche tradizionali.
• L’impiego di materiali selezionati, hi-tech e di ultima generazione, ha permesso di contenere il peso di questi gioielli tecnologici e di consentirne l’installazione direttamente a bordo macchina.
• Minima manutenzione volta alla semplice pulizia dei filtri d’aspirazione o soffieria.
• 5 anni di garanzia.
Ecco alcune delle principali tipologie di macchine per la stampa dove trovano impiego le pompe pneumatiche PA/PS:

• Mettifogli: per sollevare in vuoto i fogli tramite ventose e separarli con un soffio d’aria.
• Frenafogli: sistema per frenare,tramite barre aspiranti, i fogli stampati nella zona di uscita e per impilarli velocemente.
• Piegatrici: per la piegatura della carta con operazioni dove si richiedono sia il vuoto che il soffio.

• Brossuratrici e Incollatrici: per la rilegatura di libri o depliant tramite stazioni indipendenti di lavoro dotate di sistemi di aspirazione e soffieria.

Queste sono solo alcuni dei potenziali impieghi delle pompe PA/PS nel settore cartotecnico ma Vuototecnica Graphic Division è pronta a soddisfare le esigenze di ogni singolo stampatore intenzionato ad aumentare la propria produttività e a migliorare l’ambiente di lavoro.
pompe pneumatiche aspiranti e soffianti
top

Ventose, alleate “su misura” delle migliori aziende grafiche


rotativeventose a disco su misura Vuototecnica garantisce solo il meglio della tecnologia per il vuoto, puntando sempre all’eccellenza, ma non solo: mira anche a fornire un’offerta personalizzata, su misura e versatile, per soddisfare tutte le esigenze del cliente.
In quest’ottica di qualità, personalizzazione e versatilità, all’interno di uno dei fiori all’occhiello della produzione Vuototecnica, la Graphic Division, sono disponibili le ventose a disco su misura.
Oltre ai dischi di dimensioni e caratteristiche standard, queste ventose possono essere studiate e prodotte con il cliente e per il cliente. Modulate, progettate e realizzate su precise specifiche del committente (minimi d’ordine precisati in fase d’offerta), le ventose possono essere fustellate da lastre o stampate in gomma nitrilica, in para naturale, in silicone o mescole speciali, così come possono essere realizzate in gomme o poliuretani telati.
L’eccellenza diventa su misura: come un abito di alta sartoria, queste ventose a disco sono la proposta ideale per l’industria grafica, come alternativa di qualità alle ventose tradizionali, per la presa e la movimentazione di fogli di carta, cartone e plastica.
top