consulentefidato.it
Home page Vuototecnica
Vuototecnica è tecnologia del vuoto




Vuototecnica Newsletter
Follow us on Twitter
let's meet on facebook
Keep in touch on Linkedin
Vacuumdaily.com
Vacuumdaily.net
YouTube Vuototecnica Channel

Soluzioni Vuototecnica - 3

Vetrina di soluzioni e applicazioni che usano la tecnologia del vuoto Vuototecnica.

Attenzione:
se non vedete i video aggiornate il vostro browser (Internet Explorer, Firefox, Chrome, Opera, Safari, ecc.) all'ultima versione disponibile.

Ventose per CD e oggetti forati

ventosa a corona circolare su un CDventose a corona circolare I compact disc sono dischi ottici per memorizzare dati in formato digitale, sono formati da policarbonato trasparente con un sottile foglio di rivestimento in metallo sul quale vengono “incise” tramite laser delle informazioni. Anche la lettura avviene tramite laser ma perché funzioni sempre con precisione bisogna curare con attenzione questi dispositivi. Anche nella fase di produzione, prima della vendita sul mercato.

Nel campo dell’automazione industriale è molto importante trovare soluzioni ad hoc per ogni prodotto. Vuototecnica fornisce ventose in base alle esigenze di manipolazione degli oggetti trattati, come le ventose a corona circolare, create per prendere oggetti con un foro centrale, come i CD.
Queste ventose sono spesso impiegate nell’industria elettronica; hanno un labbro molto sottile per adattarsi anche alle superfici ruvide come i dischi abrasivi per flessibili, vengono calzate a freddo sui supporti e sono fabbricate in silicone S per la manipolazione dei compact disc. I supporti sono in alluminio e anodizzati, con un foro centrale filettato per l’aspirazione e il fissaggio al meccanismo automatico.

Le ventose a corona circolare sono indicate anche per la presa di dischi forati di qualsiasi materiale, di ingranaggi, pulegge e dischi abrasivi.
Per soddisfare le aspettative dei clienti Vuototecnica produce queste ventose anche in mescole differenti. Scaricate il catalogo Vuototecnica in PDF oppure richiedetene una copia per scoprire le nostre soluzioni!
top

Ventose concave per bottiglie di vetro: una soluzione intelligente


Il vetro è un materiale formato da materie prime presenti in abbondanza sulla terra ed è riciclabile all’infinito, per questo motivo ha un basso impatto ambientale.

Nella produzione di bottiglie o oggetti cilindrici in vetro, le materie prime fuse nei forni vengono tagliate dalle cesoie e passano attraverso gli stampi per assumere la classica forma cilindrica. Dopo la ricottura nei forni e l’ispezione, le bottiglie vanno manipolate per il packaging.

Ed è proprio in questa fase che c’è bisogno di ventose in grado di adattarsi alla forma cilindrica e alla superficie liscia delle bottiglie.

Vuototecnica, leader nelle soluzioni per il vuoto, ha studiato delle ventose concave con supporto vulcanizzato per la presa e la movimentazione di oggetti cilindrici, proprio come le bottiglie.

A seconda degli oggetti da manipolare le ventose potranno essere in gomma nitrilica o antiolio A, adatte per la presa di vetri e carichi con superficie liscia, con ottima resistenza agli olii, al calore e all’invecchiamento; in gomma para naturare N, per le superfici irregolari o ruvide (legno, cartone, marmi, laterizi, vetri, plastica); in silicone S, prodotte anche secondo le norme alimentari più conosciute.

Le ventose sono adatte anche a qualsiasi oggetto cilindrico come tubi e profilati tondi, oltre che per le bottiglie.

Il supporto è in alluminio ed è dotato di un foro centrale filettato per aiutare il fissaggio alla macchina e di uno laterale per facilitare l’inserimento di un eventuale perno guida, antirotazione.

Vuototecnica fornisce soluzioni su misura per ogni esigenza e personalizzazioni in ogni settore industriale.
bottiglie di vetroventose concave con supporto vulcanizzatoventose concave con supporto vulcanizzato in azione
top

Ventose in gomma spugna: le superfici irregolari non sono più un problema

Ventose in gomma spugnaVentose in gomma spugnaVentose in gomma spugna

Superfici irregolari e molto ruvide, a volte addirittura scanalate sono difficili da movimentare e da manipolare, esiste il rischio di una rottura indesiderata dei materiali a causa di ventose che non aderiscono sufficientemente alla superficie, con conseguente perdita di denaro e di tempo.

Vuototecnica ha scongiurato definitivamente questo pericolo grazie alle innovative ventose in gomma spugna, disponibili sia in versione rotonda piana che in versione rettangolare piana.

Il loro utilizzo è particolarmente indicato per superfici grezze come marmi segati, lamiere bugnate, antisdrucciolo o grecate, plexiglas striati, cemento grezzo, piastrelle con graniglia utilizzate nei giardini e in generale in tutti i casi in cui è richiesta una presa stretta a piani scabri.

Infatti la morbidezza della spugna permette di adattarsi a tutte le scanalature e di aderire perfettamente al materiale.

Le ventose in gomma spugna sono realizzate con una mescola particolare ad alta densità, con un’ottima resa elastica. Queste ventose hanno un lato autoadesivo per un fissaggio veloce e semplice e garantiscono una funzionalità operativa dai -40°C ai +80°C.

Nel caso di superfici di presa oleate e macchinari che lavorano all’esterno è possibile l’utilizzo della gomma spugna neoprene NF con un range da -20°C a +80°C, in grado di sopportare l’usura dovuta agli agenti atmosferici.

La durata di queste ventose è garantita nel tempo, anche dopo molti cicli di manipolazione.

top

Oli, grassi e benzine: problema risolto con le ventose Vuototecnica in mescola BENZ!


Nel settore automotive esiste spesso la necessità di manipolare le lamiere stampate o imbutite che poi vanno a costituire la carrozzeria o altri componenti di un’automobile.
L’automazione industriale odierna permette di eseguire tutte le fasi di produzione delle automobili grazie a dei robot che però non sempre presentano soluzioni ideali per la presa di lastre metalliche e vetri a contatto con oli, grassi e benzine. Il risultato è un lavoro poco preciso e scarsa sicurezza dell’ambiente di lavoro.
Vuototecnica rimedia ai problemi producendo ventose di diverso tipo per il settore automotive: piane, a soffietto, ellittiche, maxigrip, di diverse forme e dimensioni.

Le ventose sono prodotte in mescola BENZ, resistente al cloro che solitamente è presente negli oli per lo stampaggio e l’imbutitura delle lamiere, e svolgono in modo impeccabile il loro lavoro, indipendentemente dalla pesantezza e dalla pulizia del carico.
Le ventose Maxigrip consentono una presa impareggiabile anche su superfici molto oleate o bagnate, i liquidi vengono infatti drenati con facilità, senza preoccupazioni. Il labbro di presa presenta un’estrema sensibilità e ciò rende semplice la manipolazione, qualsiasi sia la forma dell’oggetto da prendere, sia essa concava, piana o convessa.

E se state pensando che una forte presa possa rompere, deformare o lasciare segni sulle superfici, dovrete ricredervi perché, nonostante l’elevato coefficiente d’attrito, le ventose Vuototecnica sono progettate con estrema attenzione ai materiali e ai processi di applicazione.
In più, con un’ampia gamma di supporti e accessori, si adattano all’installazione su qualunque robot.
Scoprite le nostre soluzioni per il settore automotive!
ventose maxigripautomotiveventose maxigrip
top

Lastre di vetro in verticale: presa, separazione e sollevamento in totale sicurezza

lastre di vetroventose a soffietto per vetro

L’industria del vetro, si sa, presenta una varietà di lavorazioni e progetti. La fragilità dei prodotti e la necessaria perfezione di ogni pezzo rendono spesso difficile la movimentazione.

Vuototecnica offre diverse soluzioni in questo campo, anche per necessità particolari di manipolazione come per la presa di lastre di vetro immagazzinate verticalmente.

Ideali per questa applicazione sono le ventose a soffietto per vetro, che hanno la capacità, una volta appoggiata la ventosa alla superficie e stabilito il vuoto, di ritrarsi rapidamente agevolando così la disgiunzione delle lastre di vetro sovrapposte.

La lastra viene così presa e separata eventualmente da quelle adiacenti, senza rischio di rottura o di caduta. Viene posizionata dapprima in maniera perpendicolare al pavimento e dopo questa fase si potrà movimentarla in tutte le direzioni senza alcun problema di adesione e in sicurezza.

Le ventose a soffietto per vetro sono disponibili in diverse mescole a seconda delle esigenze: non lasciare aloni o macchie sul vetro, aumentare l’aderenza nel caso di superfici irregolari o bagnate, lavorare a contatto con gli agenti atmosferici e tante altre ancora.

Trovate la soluzione al vostro problema. Metteci alla prova!
top

Tempo e energia risparmiati con le nuove elettrovalvole servopilotate Vuototecnica!


Alimentatori, pallettizzatori a ventose per la produzione e la logistica; termoformatrici a depressione e confezionatrici sottovuoto nel settore del packaging; robot di ogni genere, mettifogli o aprisacchi. Sono tantissimi i campi d’applicazione della tecnologia del vuoto nell’industria.
In tutti i casi in cui operiamo con il vuoto, lo switch è fondamentale. Che si tratti di ventose o meno, per uno scambio agevole tra l’aspirazione della pompa per vuoto e l’immissione dell’aria nel circuito c’è bisogno, infatti, di elettrovalvole che consentano di creare il vuoto e ripristinare la pressione atmosferica a piacimento, in base all’esigenze applicative. Ma garantire il grado di vuoto in modo rapido e corretto non è un’operazione semplice perché i tempi d’intervento non sono sempre quelli che vorremmo.
Oggi è possibile ottimizzare i tempi grazie alle nuove elettrovalvole servopilotate a tre vie da 2” e 3” GAS di Vuototecnica, per portate d’aspirazione fino a 600 mc/h.
Nessuno come chi opera nel confezionamento sottovuoto in campana comprende l’importanza del concetto di portata d’aspirazione, che può essere garantita solo dalla sezione d’apertura effettiva delle elettrovalvole per vuoto.
Le elettrovalvole Vuototecnica 07 08 13 e 07 09 13 assicurano sezioni effettive di portata d’aspirazione da 50 e 80mm. Oltre a essere rapidissime ed efficaci, funzionano con una bobina elettrica a basso assorbimento che permette un notevole risparmio d’energia e una semplice gestione a PLC.
Elettrovalvole servopilotate
top

Packaging no stop: generatori di vuoto a cartuccia Vuototecnica

generatori di vuoto a cartuccia PVR 1-4
Pellettizzatrici, confezionatrici, pick'n'place, formatrici, termoformatrici, siglillatrici. Il packaging si serve di diverse macchine per fare arrivare nelle nostre case imballati e perfetti i prodotti che utilizziamo quotidianamente. Molte di queste macchine utilizzano per la presa e la manipolazione ventose per il vuoto.

Vuototecnica ormai da quasi quarant’anni si rivolge con i suoi prodotti al mondo del packaging offrendo soluzioni aggiornate ed efficienti per ogni macchina e ogni esigenza. I nuovi generatori di vuoto a cartuccia PVR 1-4 sono integrabili direttamente sugli organi di presa a ventose delle macchine per il confezionamento.

In più consentono l’aspirazione di polveri o piccoli residui di lavorazione che possono risultare dalla manipolazione di prodotti sfusi. Senza provocare intasamento.

Sono pertanto ideali per macchine quali: cartonatrici, astucciatrici, blisteratrici e tutte quelle automazioni che necessitano di alta frequenza operativa senza l’aggravio di un fermo macchina per la pulizia di filtri d’aspirazione.

I generatori di vuoto a cartuccia PVR 1-4 hanno una resa massima anche a basse pressioni d’utilizzo (2-3 bar) con un massimo grado di vuoto di -70 KPa.
top

Velocità di generazione del vuoto al passo dei Flexible picker robot


L’automazione attraverso robot garantisce tutta la flessibilità, la produttività, e l’affidabilità necessarie all’utilizzatore per reagire proattivamente a life-cycle più brevi, nuovi design di packaging e nuove varianti di prodotto.
I robot a tre pinze, veri ragni tecnologici, richiedono tecnologie di presa e generazione di vuoto che sappiano stare al passo con i tempi.
Dimensioni molto ridotte, peso notevolmente diminuito: sono queste le caratteristiche che fanno del nuovo generatore di vuoto con espulsore FVG (Fast Vacuum Generator) Vuototecnica il prodotto prediletto per l’applicazione a bordo dei flexible pickers.
Studiato specificamente per la presa e il rilascio ad altissima frequenza è completamente realizzato in alluminio anodizzato. È dotato di un sistema, escludibile da parte del cliente, per la generazione di un contro soffio all’interno della ventosa all’atto del rilascio del particolare da manipolare. La massima resa anche a basse pressioni d’alimentazione unitamente alla semplicità d’installazione e al peso contenuto fanno di questo generatore un alleato imprescindibile nel "pick and place" robotizzato.
top

Confezionamento e manipolazione di prodotti da forno friabili


I crackers sono prodotti da forno friabili e leggeri. Sono però talmente sottili e fragili che bisogna fare attenzione a non romperli. Per evitare la rottura dei crackers e di altri prodotti alimentari leggeri e sbriciolabili, le aziende produttive si affidano a tecniche di manipolazione speciali.

Vuototecnica propone le proprie ventose BEC per la presa senza contatto. Pensate per piastrine di semiconduttori, dischi in silicio, celle solari, lamine di metalli preziosi e pellicole, trovano grandissimo spazio anche nel settore alimentare.
crackers
Le ventose sono basate sul teorema di Bernoulli, lo stesso per il quale possiamo spiegare il sostentamento di un’ala d’areoplano. L’effetto “portanza” che generano permette il sollevamento di prodotti leggeri senza alcun bisogno di contatto ed è ampiamente utilizzato per sollevare e separare fogli di carta, cartone o lamierini accatastati.

I distanziali in gomma alimentare siliconica e antistatica, di cui le BEC sono dotate, impediscono eventuali movimenti trasversali dell’oggetto in presa.

Nella manipolazione di prodotti friabili da forno che producono polveri leggere, come i crackers, si evitano così dannosi intasamenti e fermi di produzione. Una manipolazione impeccabile, senza contatto!

top

Sistema filtrante a sifone con by-pass automatico Vuototecnica

Sifone FS BP

Quando dovete aspirare un fluido con grande presenza di condense e liquidi, la situazione si fa complicata perché inevitabilmente bisogna ricorrere al fermo macchina per lo scarico.

Vuototecnica propone una soluzione intelligente per la filtrazione di fluidi di questo tipo: il sistema filtrante a sifone con by-pass automatico. Senza perdere tempo e denaro, questo sistema, grazie a due contenitori legati da un by-pass automatico e a elettrovalvole d’intercettazione del vuoto a tre vie, scarica il liquido accumulato nel primo contenitore e continua a filtrare attraverso il secondo, senza interruzioni e senza cambiare il grado di vuoto all’utilizzo.

Potrete ulteriormente adattare lo strumento alle vostre esigenze temporizzando lo scarico del liquido a vostro piacimento. Nell’apparecchiatura troverete oltre a due filtri a sifone in plexiglas e alle elettrovalvole, un’apparecchiatura elettrica di comando riposta in apposita cassetta metallica a tenuta stagna, e un telaio in profilati d’acciaio verniciati, per il montaggio di tutti i componenti.


top